Esplora contenuti correlati

Atto n. 586

Schema di decreto del Ministero dell’interno, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, recante criteri e modalità di riparto del Fondo per l’espletamento delle funzioni fondamentali di Comuni, Province e Città metropolitane per l’anno 2020.

LA CONFERENZA STATO-CITTÀ ED AUTONOMIE LOCALI

Nella seduta del 15 luglio 2020

VISTO l’articolo 106, comma 1, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, il quale, tra l’altro, prevede che al fine di concorrere ad assicurare ai Comuni, alle Province e alle Città metropolitane le risorse necessarie per l'espletamento delle funzioni fondamentali, per l'anno 2020, anche in relazione alla possibile perdita di entrate connesse all’emergenza COVID-19, è istituito presso il Ministero dell'interno un fondo con una dotazione di 3,5 miliardi di euro per il medesimo anno, di cui 3 miliardi di euro in favore dei Comuni e 0,5 miliardi di euro in favore di Province e Città metropolitane, e che con decreto del Ministero dell'interno, di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze, previa intesa in Conferenza stato città ed autonomie locali, sono individuati criteri e modalità di riparto tra gli enti di ciascun comparto del suddetto fondo  sulla base degli effetti dell'emergenza COVID-19 sui fabbisogni di spesa e sulle minori entrate, al netto delle minori spese, e tenendo conto delle risorse assegnate a vario titolo dallo Stato a ristoro delle minori entrate e delle maggiori spese, valutati dal tavolo di cui al comma 2 del medesimo articolo 106;

VISTA la nota del 9 luglio 2020, con la quale è stato diramato lo schema di decreto del Ministero dell’interno, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, recante criteri e modalità di riparto del Fondo per l’espletamento delle funzioni fondamentali di Comuni, Province e Città metropolitane per l’anno 2020, ai sensi del citato comma 1 dell’articolo 106 del decreto-legge n. 34 del 2020;

VISTE le note del 10 luglio 2020, con le quali sono state diramate le note metodologiche relative ai criteri e le modalità di riparto del suddetto fondo rispettivamente per il comparto dei Comuni e per il comparto delle Province e delle Città metropolitane - che sono state esaminate nella riunione tecnica in pari data;

TENUTO CONTO che la nota metodologica relativa alle Province e alle Città metropolitane, a seguito di quanto emerso in detta riunione tecnica del 10 luglio 2020, è stata modificata e diramata con nota del 13 luglio 2020;

TENUTO CONTO che nella riunione tecnica del 13 luglio 2020 ANCI e UPI hanno espresso assenso sulla nota metodologica relativa ai criteri di ripartizione dei fondi spettanti a Province e Città metropolitane, diramata in pari data;

TENUTO CONTO che nella predetta riunione tecnica del 13 luglio 2020 sono state esaminate le osservazioni formulate dall’ANCI sulla nota metodologica relativa ai criteri di ripartizione dei fondi spettanti ai Comuni, concernenti, in particolare, la percentuale da sottrarre alle minori entrate stimate relative ai servizi a domanda individuale (servizi scolastici e asili nido) e la tipologia delle minori spese da considerare nella nota metodologica;

VISTE le due nuove versioni della predetta nota metodologica, una che prevede la decurtazione del 30% della minore entrata stimata da servizi scolastici e asili nido ai fini del computo del riparto, e un’altra che quantifica la medesima decurtazione al 50%, diramate il 15 luglio 2020;

CONSIDERATO che nell’odierna seduta della Conferenza Stato-città ed autonomie locali, l’ANCI ha proposto di mantenere al 30% la decurtazione della minore entrata stimata da servizi scolastici e asili nido ai fini del computo del riparto e di applicare, altresì, una decurtazione del 30% della minore entrata stimata da proventi relativi a cultura, turismo e sport;

TENUTO CONTO che le Amministrazioni statali hanno condiviso la proposta dell’ANCI;

RILEVATO che nell’odierna seduta della Conferenza Stato-città ed autonomie locali, le Amministrazioni statali e le Autonomie locali, hanno espresso l’intesa sullo schema di decreto e sui relativi allegati A, concernente i criteri e le modalità di riparto delle risorse spettanti ai Comuni, con le modifiche sopra precisate, e B, concernente i criteri e le modalità di riparto delle risorse spettanti a Province e Città metropolitane;

SANCISCE INTESA

ai sensi dell’articolo 106, comma 1, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, sullo schema di decreto del Ministero dell’interno, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze recante i criteri e le modalità di riparto del Fondo per l’espletamento delle funzioni fondamentali di Comuni, Province e Città metropolitane per l’anno 2020 e sui relativi allegati A, con le modifiche di cui in premessa, e B.

Il Segretario

Marcella Castronovo 

                                               

Il Ministro dell’Interno

 Luciana Lamorgese

Per saperne di più

Torna all'inizio del contenuto